Pubblicato da: infoparco | luglio 23, 2007

Incendi: “Siamo drammaticamente colpiti”

Il Parco nazionale del Pollino continua a bruciare. Mentre sono ancora in corso le azioni di spegnimento degli incendi propagatasi ieri, nella zona di Conca del Re, a Castrovillari e tra Frascineto e Eianina, al momento in cui scriviamo n’è divampato un altro in zona Cerreta, nel comune di Morano Calabro, poco più sopra di Colloreto.

Siamo drammaticamente colpiti – dichiara il Commissario dell’Ente Parco, Domenico Pappaterra. E’ un attacco senza precedenti”. “Fa bene – continua Pappaterra – il ministro dell’Ambiente, Pecoraro Scanio a chiedere “tolleranza zero” e l’inasprimento delle pene per gli autori di tali reati, e ad ipotizzare l’intervento, sul Pollino, dei Carabinieri del NOE (Nucleo Operativo Ecologico), per supportare l’attività investigativa”.

Pappaterra, inoltre, ribadisce al Capo del Corpo Forestale dello Stato, Cesare Patrone, la richiesta di “potenziare con urgenza, con nuove unità, le stazioni del CFS del Parco, al fine di garantire un maggiore controllo del territorio. Non è possibile – denuncia Pappaterra – operare con circa 50 uomini, ognuno dei quali dovrebbe controllare 4.000 ettari in un Parco di 56 comuni. A fronte di una dotazione organica, prevista dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del luglio 2002, di 240 uomini. E’ una situazione insostenibile”.

Intanto il fronte degli incendi è ancora attivo anche sul versante lucano del Parco dove è in corso quello che interessa, da ieri, il monte Alpi, nel comune di Latronico (PZ) e quello di Carbone (PZ). Mentre è stato spento l’incendio originatosi al confine tra Francavilla sul Sinni e Chiaromonte (PZ). Il Comandante del CTA, Melfi, ha disposto che tutti gli uomini fronteggino l’emergenza, facendo rientrare anche quelli in ferie. Complessivamente, dall’inizio della stagione estiva, ad oggi, sono andati in fumo oltre mille ettari, di cui qualche centinaia nel territorio protetto calabro-lucano.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: