Pubblicato da: infoparco | gennaio 10, 2008

Cinghiali, pubblicato l’avviso per il reperimento dei “selecontrollori”

L’Ente Parco Nazionale del Pollino ha pubblicato l’avviso per la selezione pubblica di 370 operatori di selezione da utilizzare nelle operazioni previste dal Piano di controllo del Cinghiale del Parco Nazionale del Pollino.

L’avviso, recante la firma del direttore del Parco, dott. Filippo Maria Aliquò, esplicita i requisiti necessari per partecipare alle operazioni di prelievo selettivo (cittadinanza italiana; residenza in uno dei 56 Comuni del Parco; essere titolare di licenza di “operatore di selezione” rilasciata da una Provincia della Repubblica Italiana; essere titolare di porto d’armi ad uso di caccia da almeno tre anni; non avere riportato più di una sanzione amministrativa, in materia di caccia, negli ultimi cinque anni; essere proprietario di arma a canna rigata, di calibro compreso tra 5,6 e 8 mm, munita di ottica).

Per partecipare i soggetti interessati dovranno presentare apposita domanda redatta secondo il modello che è scaricabile, insieme con il bando, dal sito internet del Parco: www.parcopollino.it che dovrà pervenire all’Ente entro e non oltre l’11 febbraio prossimo.
L’Ente Parco si riserva la possibilità di riaprire i termini dell’avviso qualora le domande pervenute dovessero essere inferiori al numero di operatori di selezione da reperire.

All’istruttoria delle domande presiederà un’apposita commissione nominata dal Direttore dell’Ente Parco, al termine della quale sarà formato l’elenco degli operatori di selezione da utilizzare nell’ambito del Piano di abbattimento selettivo previsto nel Piano di Controllo del Cinghiale.

“L’Ente Parco – è scritto nell’avviso – provvederà a stipulare con ciascun operatore di selezione un apposito protocollo d’intesa regolante i rapporti tra l’operatore di selezione e l’Ente Parco Nazionale del Pollino. Tale protocollo conterrà tutte le norme di comportamento previste dal regolamento del Piano di abbattimento”.

Anche le disposizioni del Piano di Controllo e il relativo regolamento sono consultabili sul sito dell’Ente Parco. Il Piano è stato approvato dal Consiglio direttivo del Parco nell’ottobre 2006 e autorizzato dal Ministero dell’Ambiente lo scorso ottobre 2007. Tra le attività di controllo prevede, per l’appunto, l’attuazione di un Piano sperimentale di abbattimento selettivo della specie con arma rigata. Il Piano ha ottenuto anche il parere favorevole dell’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: